giovedì 7 maggio 2009

LE MATERIE PLASTICHE: IL TAGLIO






Prefazione
Quando Emiliano mi ha chiesto di scrivere un post sulle lavorazioni basilari del plexiglass mi è sembrato doveroso doverne parlare prima con i ragazzi del laboratorio.
Dovete sapere che le tecniche ed i segreti del mestiere (come ogni produzione artigianale) spesso non vengono divulgati.Questo vecchio atteggiamento lo trovo anacronistico e quindi li ringrazio per aver capito che pubblicare quanto sto per scrivere non toglierà nulla alle loro capacità di artigiani e professionisti.
Un ringraziamento speciale a Marco Mugavero che si è prestato per le foto esplicative.
Considerato che la lettura del post sarà realizzata principalmente da appassionati e semplici curiosi , le tecniche di lavorazione saranno spiegate in modo semplice, ed i materiali (escluso il plexiglas) e i macchinari usati potranno essere acquistati in qualsiasi grossa ferramenta.
Tutto quello che leggerete sarà valido ed applicabile esclusivamente su lastre di plexiglas colato.
Questa è una condizione importantissima perchè il colato è l’unico lavorabile a mano, qualsiasi altro prodotto si potrebbe squagliare durante le lavorazioni descritte.

Lezione 1: IL Taglio

Ciò che consiglio è acquistare le lastre già sezionate a misura, come fa la maggior parte delle persone, ma se volete cimentarvi anche nel taglio avete le seguenti possibilità.
Per coloro che possiedono una circolare da banco, consiglio di usare una lama al widia, non posso fornirvi il numero dei denti, perchè esso dipende dal diametro che monta la vostra macchina, ma considerate che devono essere piuttosto numerosi, quindi escludiamo assolutamente quelle per il taglio del legno che rischierebbero di scheggiare i pannelli.

In mancanza di seghe da banco o per tagli articolati, non dritti, potete usare un semplice seghetto elettrico,ma attenzione, anche qui le lame devono essere specifiche per il materiale.

In ferramenta, quelle molto fornite,potete trovare le lame per il taglio del materiali plastici, ma andranno benissimo anche quelle per il taglio del ferro.
Il taglio a mano libera si realizza fissando la lastra ad un piano di lavoro con dei morsetti in modo che possiate operare liberamente.


Importantissimo, se state lavorando con spessori fino a 5 mm e non avete una mano ferma, rinforzate il pannello con un pezzo di legno o uno scarto di materiale, altrimenti la vostra lastra rischia di spezzarsi.
Per effettuare un’asola o un taglio ad ”L” ,dovete forare l’angolo interno in cui s’intersecano le due linee con un semplice trapano, in modo che il taglio finisca nel foro.
Tenete a mente che il plexiglass è un materiale cristallino, quindi qualsiasi taglio non rifinito o scheggiatura, rischia di "camminare" lungo la lastra come avviene per il vetro.

Apro una parentesi per i fori:

Potete usare un qualsiasi trapano, escludendo la percussione, ma dovete montare punte a ferro o meglio a cobalto.Noi generalmente usiamo “iniziare” le punte con una mola, in pratica arrotondiamo un pochino le eliche in punta, questo evita di scheggiare il plexiglas mentre lo forate.
Se non avete una mola dovete fare un piccolo foro di circa 3 mm e poi allargarlo con punte più grandi fino ad arrivare al diametro desiderato.


Articolo di : Francesca Soluzioni


D
etto questo potete iniziare a tagliare, mi raccomando, non togliete mai la pellicola di protezione fino a lavoro ultimato, sarà inoltre opportuno tracciare le linee di taglio con una penna e se non vi sentite sicuri mantenetevi due o tre millimetri distanti da queste mentre tagliate, con una levigatrice perfezionerete in seguito il vostro lavoro.

2 commenti:

Anonimo ha detto...

Ciao mi chiamo Massimo .. volevo farti solo una domanda.. se io uso un seghetto alternativo ? con lame speciali x il plexiglass ? posso tagliare il pannello da me acquistato ? oppure serve un altro tipo di macchinario? grazie.

Emiliano Brinci Designer ha detto...

Ciao Massimo, di che spessore è il plexiglass?
Cmq,puoi utilizzare il seghetto alternativo a patto che tu abbia una mano ferma e che prima di tagliarlo tu metta sul filo una striscia di nastro carta, per evitare che il plexiglass si scheggi.
Se la lastra ha uno spessore di 5mm rinforza il pannello con un pezzo di legno o uno scarto di materiale, altrimenti rischi che lastra si spezzi.