giovedì 27 maggio 2010

"IO RICICLO E MI DIFFERENZIO": L'ARTE DEL RICICLO VISTO DA FIORELLA BONIFACIO


"Nulla si crea, nulla si distrugge, tutto si trasforma".
Questo enunciava Antoine Lavoisier - padre della chimica moderna - riguardo la legge della conversione della massa due secoli fà.
"Nulla si crea,nulla si distrugge,tutto si ricicla" è quello che l'architetto-designer Fiorella Bonifacio, siciliana di nascita ma romana d'adozione, professa ai giorni nostri.
Unendo un pò di creatività a una piccola dose di manualità, Fiorella riesce a donare una nuova vita ad oggetti che, terminata la loro funzione primaria, diventano materiale di scarto.

Ma sentiamo come descrive il suo lavoro la designer.


"Questi accessori nascono dall' idea del riutilizzo degli oggetti che vengono smontati , tagliati e rimontati assumendo forme e funzioni nuove, (piuttosto del classico processo di riciclaggio che avviene dopo la differenziazione dei rifiuti) e di "differenziare", come “essere diverso” dal contesto.Questo è un aspetto, in chiave ironica, legato al reale e martellante concetto di sostenibilità che deve diventare, sempre più, il vero input per una nuova progettualità.
Sono accessori prodotti artigianalmente con le lattine delle bibite più o meno comuni.
Il risultato è un oggetto coloratissimo, vivace, stravagante e talvolta elegante, mai uguale a se stesso." - Fiorella Bonifacio -


Ottimo lavoro.....il pianeta ringrazia.....e se conoscete qualche "smanettone" dello spreco presentatelo a Fiorella!
Se siete curiosi di conoscere meglio i  lavori dell'architetto Fiorella Bonifacio potete curiosare direttamente su questo link

Nessun commento: